• RIDURRE LA DOMANDA

Ridurre la domanda

Ci confrontiamo con la comunità della medicina tradizionale e con altri utilizzatori della bile per promuovere alternative erboristiche e sintetiche e ridurre la domanda.

La nostra campagna Curare senza ferire è mirata a praticanti della medicina tradizionale, farmacisti indipendenti e catene di farmacie. Collaboriamo anche con patologi e specialisti del fegato in 
Cina e Vietnam per raccogliere prove sulle conseguenze per la salute umana del consumo di bile contaminata da orsi ammalati.

Partecipiamo regolarmente a conferenze per confrontarci e rapportarci ai medici ed incoraggiarli a firmare un impegno a non prescrivere la bile d’orso e sostenere invece le alternative. Conduciamo inoltre sondaggi tra i medici per determinare quale sia il loro atteggiamento riguardo alla bile d’orso e determinare quanti di essi l’abbiano prescritta in passato.

Poiché molta della domanda per la bile d’orso proviene dalla Corea del Sud, collaboriamo con agenzie di viaggio e gruppi dedicati all’animal welfare per segnalare ai turisti che l’importazione in Corea del Sud di bile d’orso comprata in Vietnam o Cina è illegale. In Vietnam collaboriamo anche con le forze di polizia in importanti località turistiche per informare i visitatori che è illegale pagare per l’estrazione della bile presso una fattoria della bile.