• Italy
  • International
  • United Kingdom
  • United States
  • Australia
  • Germany
  • Hong Kong (EN)
  • Hong Kong (繁)
  • animalasia.lang_fr
  • China
  • Vietnam

È l’educazione la chiave per il cambiamento

27 agosto 2014

Nanning and Chengdu staff together in Nanning July 2

Nella conversione della fattoria della bile in riserva naturale, la trasformazione degli aguzzini degli orsi in loro custodi rappresenta un esperimento che suscita perplessità.

Durante il training a Nanning – l’ex fattoria della bile che Animals Asia sta convertendo in riserva naturale – quattro ex dipendenti hanno visitato il centro di recupero della Fondazione a Chengdu, in Cina.

Si tratta di un’iniziativa in linea con la politica di Animals Asia, secondo la quale la differenza tra maltrattare e aiutare gli animali sia fondamentalmente un problema di educazione.

Liang Meilu, Qin Dalei, Ruan Chaoxi e Huang Shuyu hanno trascorso una settimana lavorando al fianco dei custodi degli orsi già esperti. Qui sono stati testimoni del lavoro che viene svolto al centro, come la preparazione del cibo, l’arricchimento ambientale che avviene quotidianamente nelle aree esterne, riunioni e report settimanali dello staff. Questa opportunità è stata data a tutti i membri che si sono distinti per il duro lavoro e l’impegno profuso nel corso dell'addestramento.

staff learning food prep

I nuovi assunti hanno inoltre partecipato a un incontro con la veterinaria Mandala Hunter-Ishikawa, che ha spiegato loro le ricadute sulla salute degli orsi causate dall’estrazione della bile.

L’opportunità di partecipare a un training di questo tipo e la possibilità di vedere con i propri occhi il lavoro che viene fatto nella riserva, accantona definitivamente le loro precedenti vita lavorative, dove erano impiegati nella fattoria di Nanning e svolgevano quotidianamente mansioni senza alcun tipo di formazione.  

Il direttore del team veterinario Nic Field, ha dichiarato:

“Il nuovo staff ha abbracciato con entusiasmo il lavoro e ha dimostrato un interesse reale e grande empatia per gli orsi e il lavoro che svolgiamo. Sono davvero molto fiera di vedere iI nostro bear team condividere le proprie conoscenze ed esperienze – una vera dimostrazione del grado di sviluppo raggiunto al nostro centro di Chengdu in questi anni, simbolo di come il benessere animale stia diventando importante nella coscienza collettiva cinese.”

Da quando Animals Asia ha preso in mano la gestione della struttura, l’ex staff della fattoria della bile ha iniziato questo corso tenuto dai bear worker di Animals Asia in varie sessioni, sia in loco che allla riserva di Chengdu.

Se da un lato non tutti gli ex dipendenti potrebbero riuscire nell'impresa, quelli che dimostreranno la giusta attitudine e la buona volontà per imparare verranno ricompensati con il training di cui hanno bisogno per entrare a far parte della famiglia di Animals Asia.

IMG_3141

La Senior Bear Manager Heidi Quin, ha dichiarato:

“Formare nuovamente il team di Nanning è realmente la chiave per il successo di questo progetto. Stiamo lentamente cambiando la vecchia mentalità e insegnando loro cosa significa prendersi cura degli orsi con compassione e attenzione per ogni esemplare. Tutto questo fondamentalmente crea nuovi ambasciatori del benessere animale che diffonderanno il messaggio tra amici e parenti, con un effetto domino che una volta partito non pptrà più essere fermato."

“Le nuove conoscenze apprese li rafforzeranno rappresenteranno per loro una vera professione, tutt’altra cosa rispetto al lavoro non qualificato che svolgevano prima. Per esperienza personale so che anche dopo tredici anni trascorsi a lavorare con gli animali, s'impara qualcosa di nuovo ogni giorno.”

La fondatrice di Animals Asia,  Jill Robinson ha dichiarato:  

“Se crediamo che l’educazione sia la chiave per il nostro lavoro di promozione del benessere animale in Cina e in Vietnam, dobbiamo essere pronti ad accettare il fatto che, una volta reso consapevole della crudeltà perpetrata sugli animali, un individuo può modificare il suo comportamento. Questa è stata più e più volte la prova dei porgressi che abbiamo compiuto nella getsione delle riserve naturali e degli orsi recuperati dalle fattorie della bile.

“Dobbiamo inoltre ricordare che mentre siamo concentrati sul rilascio di oltre 10.000 orsi ancora imprigionati, una prospettiva più ampia implica l’assunzione di responsabilità per il futuro delle fattorie della bile, dell’economia e dell’occupazione. Il nostro modo di vedere l’educazione, con la creazione di una consapevolezza diffusa, riflette proprio questo.”  

 

IMG_3143


INDIETRO