Il chitarrista dei Guns N’ Roses si schiera contro l’industria della bile di orso

10 maggio 2013

Anche Slash, leggendario chitarrista dei Guns N’ Roses, si unisce a dare manforte alla battaglia per la chiusura delle fattorie della bile, aggiungendosi al coro dei tanti musicisti rock che sostengono Animals Asia.

Le parole dell’ex chitarrista anglo-americano dei Guns N’ Roses seguono di poco l’appello di Matt Sorum, compagno di Slash sia nei Guns N’ Roses che nei Velvet Revolver. A queste due straordinarie performance in favore degli orsi si unisce anche il video appello girato da un gruppo di incredibili icone della musica rock mondiale, Joe Elliot (Def Leppard), Glenn Hughes (Deep Purple), Duff McKagan (Guns N’ Roses), Steve Stevens (Billy Idol), Gilby Clarke (Guns N’ Roses) e Sebastian Bach (Skid Row), attualmente in tour con i Kings of Chaos.

In un video clip pubblicato su YouTube, Slash, uomo notoriamente di poche parole, dice:

“Oltre 10.000 orsi, in prevalenza orsi della luna, sono imprigionati in minuscole gabbie di ferro per più di 30 anni e crudelmente munti per la loro bile – Animals Asia sta lavorando duramente per porre fine a questo orrore”.
La fondatrice di Animals Asia Jill Robinson ha commentato:

“Il supporto di Matt, di Slash e dei Kings of Chaos è davvero incredibile. Ogni giorno riceviamo messaggi di sostegno dai loro fan in tutto il mondo, dal lontanissimo Sud America fino all’Europa dell’Est – persone che non avremmo mai potuto raggiungere senza il loro aiuto. L’amore per la musica rock li unisce, e ora li rende parte della nostra battaglia per la chiusura delle fattorie della bile.

E’ commovente vedere in quanti ci sostengono, al fianco degli attivisti cinesi – tutti uniti con l’unico scopo di mostrare al mondo la crudeltà di questa pratica e promuoverne l’abolizione una volta per tutte”.


INDIETRO