La leggenda del basket Yao Ming incontra gli orsi della luna

19 febbraio 2012

  • Best Charity Film Production, Best Director, Special Jury Prize
One Foundation judges’ comments:

    Best Charity Film Production, Best Director, Special Jury Prize
    One Foundation judges’ comments: "it brings a great positive impact on saving the moon bear"

  • Toby Zhang, Animals Asia’s External Affairs Director, China accepts the awards on behalf of the production team.

    Toby Zhang, Animals Asia’s External Affairs Director, China accepts the awards on behalf of the production team.

È ufficiale, la leggenda del basket cinese e americano (NBA) Yao Ming, ha un cuore grande come la Cina e una generosità senza confini.

Sabato scorso Yao Ming, il suo manager Eric e la signora Sung, che lavora per la Yao Foundation, un'organizzazione benefica che aiuta i bambini poveri delle zone rurali della Cina, hanno visitato la nostra riserva naturale di Chengdu.

Nonostante il freddo e a dispetto della pigrizia dei nostri plantigradi, più interessati a godersi il caldo delle loro cucce o a sonnecchiare all'esterno dei recinti, Yao Ming ha passeggiato nel nostro Moon Bear Rescue Centre indossando con orgoglio la sciarpa di Animals Asia.

A conclusione del tour, il campione ha fatto visita al nostro ospedale. Adagiato sul tavolo chirurgico, Belton Kleberg, un orso con solo tre zampe, prova della cattura nella foresta da parte dei bracconieri, dormiva rumorosamente sotto l'effetto dell'anestesia. Incurante della presenza di Yao Ming, l'orso è stato sottoposto a un check up di routine, mentre la star del basket gli accarezzava dolcemente la pancia.

 

Belton Kleberg è un orso "free-drip", un metodo di estrazione della bile propagandato dagli allevatori per la sua presunta umanità, anche se, come Belton e l'intero team di Animals Asia sanno bene, nulla di ciò è più lontano dal vero.

Il silenzio si è impadronito della scena quando Yao Ming ha poggiato le sue lunghe dita sulle profonde cicatrici di Belton. Il nostro generoso fuoriclasse, assorto in una riflessione al contempo profonda e drammatica, in quell'istante ha toccato con mano la sconvolgente realtà delle fattorie della bile, testimoniando danni e patologie subite dalle vittime di questa crudele industria.

 

Uscito all'esterno per incontrare gli orsi, Yao Ming ha potuto osservare Jasper, rannicchiato nella sua cuccia intento a sbadigliare, e Blue che fiutava l'aria incuriosito dalla gigantesca sagoma che lo sovrastava sulla soglia del recinto, sorpreso e attratto dalle tante attenzioni di questo "orso" famoso e dagli scatti dei fotografi.

Visibilmente scosso, Yao Ming ha poi attraversato il cimitero dove riposano i 120 orsi che abbiamo seppellito negli ultimi 12 anni, e passeggiato accanto alle gabbie che hanno rinchiuso queste vittime inconsapevoli per 10, 20 e 30 anni della loro vita.

 

La giornata si è conclusa con una foto di gruppo, ricordo indelebile della generosità di uno degli sportivi più amati in Cina. Grazie Yao Ming, da tutti noi di Animals Asia e soprattutto dai nostri orsi, che con il tuo aiuto hanno potuto una volta di più raccontare la loro triste storia.

 

 


INDIETRO