• Italy
  • International
  • United Kingdom
  • United States
  • Australia
  • Germany
  • Hong Kong (EN)
  • Hong Kong (繁)
  • animalasia.lang_fr
  • China
  • Vietnam

Il team veterinario arriva alla fattoria della bile di Nanning

23 luglio 2014

Web_header-Nanning_Visit

Avendo cominciato lunedì, il team composto da due veterinari e tre assistenti trascorreranno quattro giorni alla fattoria di Nanning che Animals Asia sta convertendo in riserva naturale. I check-up medici si concluderanno giovedì.

Il numero degli orsi che potremo visitare dipenderà da molti fattori, in particolare dalla reazione degli animali ai farmaci anestetici e dalle loro condizioni di salute, che emergeranno solamente al momento degli interventi.

Si tratta del secondo viaggio dei veterinari a Nanning, dopo quello di giugno. Lavorando sugli orsi precedentemente sottoposti all’estrazione della bile, con temperature davvero proibitive, il team è riuscito a visitare sei esemplari, praticando interventi di chirurgia dentale su cinque orsi e tirando un sospiro di sollievo alla scoperta che un altro orso non aveva il cancro allo stadio terminale come si era temuto in un primo momento.

In principio Animals intendeva iniziare i controlli veterinari subito, trasferendo 30 orsi nella sua riserva naturale di Chengdu.

Tuttavia, a distanza di tre mesi, l’organizzazione fondata da Jill Robinson sta ancora aspettando da parte delle autorità locali il rilascio dei permessi necessari per cominciare il trasferimento degli esemplari al Bear Rescue Centre di Chengdu.

 

N014 - ultrasound - 690

Ai 30 orsi preventivati se ne sono poi aggiunti altri 30. L’obiettivo era quello di progettare e costruire la riserva naturale per i restanti 70 orsi. Se persiste il ritardo nella concessione dei permessi, dovremmo stabilire nuovi accordi per ampliare l’area di Nanning destinata agli orsi.

Nic Field, Responsabile del Bear e Vet Team di Animals Asia ha dichiarato:

“La maggior parte degli orsi reclusi ha bisogno urgentemente di interventi di chirurgia dentale, almeno per rimuovere il dolore che purtroppo sono costretti a sopportare costantemente.

“L’ideale sarebbe stato spostare gli orsi più malati a Chengdu per effettuare su di loro i controlli veterinari, dato che lì abbiamo tutto l’equipaggiamento, un ospedale e personale molto preparato. Comunque, nonostante le condizioni avverse, faremo assolutamente del nostro meglio.

“Il vantaggio che abbiamo ora è dato dal nuovo piano alimentare introdotto nella dieta degli orsi due mesi fa. Quando siamo giunti qui per la prima volta, tutti gli esemplari di Nanning erano sottopeso e malnutriti. Ora, per la maggior parte di loro, le condizioni fisiche sono decisamente migliorate.”

 

VN Rhian - medium

La fondatrice e presidente di Animals Asia Animals Jill Robinson, dice:

“Questo ritardo nella concessione dei permessi è frustrante, ma continueremo a fare del nostro meglio escogitando vie alternative per offrire aiuto e assistenza medica a tutti gli orsi. I viaggi compiuti dai veterinari consentono di migliorare la vita di questi animali, che ora sembrano decisamente più curiosi, pimpanti e in salute.”

Stiamo anche vagliando la possibilità di ripetere la trasferta per ulteriori controlli veterinari all’inizio dell’autunno.

 


INDIETRO